A Cagliari giunta Zedda in dirittura d’arrivo, lunedì prima Aula

0
17

Il nuovo sindaco di Cagliari
Massimo Zedda comincia il suo terzo mandato con una cassa di 300
milioni di euro, più 8 milioni nei conti correnti. Il passaggio
di consegne e di finanze tra la commissaria straordinaria
Luisanna Marras e il neo primo cittadino è stato formalizzato
questo pomeriggio nella sala di rappresentanza del sindaco, a
Palazzo Bacaredda, di fronte ai revisori dei conti.

   
Zedda ha così convocato la prima seduta del Consiglio
comunale per lunedì 8 luglio alle 17. Tra i punti all’ordine del
giorno la convalida degli eletti alla carica di sindaco e di
consigliere comunale, il giuramento del sindaco e la
comunicazione, sempre da parte del primo cittadino, delle nomine
concernenti le cariche di vicesindaco e di assessori e
l’elezione del presidente dell’assemblea civica.

   
Sarà quindi anche il giorno della Giunta, con i nomi della
squadra scelti da Zedda. Nelle settimane scorse il sindaco ha
incontrato i partiti della coalizione per farsi un’idea delle
proposte in campo dalle forze che hanno contribuito alla
vittoria del centrosinistra. “Per la Giunta bisogna aspettare
dice Zedda Il Consiglio comunale è stato convocato per lunedì.

   
Venerdì faremo un’assemblea per spiegare i criteri delle scelte
dell’esecutivo. Li anticipo: competenza, serietà, affidabilità
e conoscenza della città”. Non ci sarà in Giunta la commissaria
Marras, e questa è l’unica certezza. “Non è compresa spiega il
sindaco proprio per il ruolo svolto nella fase di passaggio.

   
Siamo comunque a buon punto: devo incontrare delle delegazioni,
si sta entrando nel merito. Il percorso è stato già avviato: non
ci sono stati problemi”.

   
Giunta politica o tecnica? “La politica non esclude l’aspetto
tecnico chiarisce Zedda Ci saranno molte donne
nell’esecutivo. E due assessorati saranno riconducibili a mie
scelte precise. Nel frattempo ho incontrato i dirigenti per
affrontare i temi più spinosi sulla città e presto daremo le
prime risposte. Un ringraziamento alla commissaria straordinaria
e agli uffici soprattutto perché, per questioni di organico,
molti settori sono sguarniti. Una situazione che quindi
richiede, giocoforza, una maggiore mole di lavoro per gli stessi
uffici. Quanto alla direzione generale, sto valutando per Comune
e Città metropolitana diversi profili”. Nella Giunta anche un
possibile ‘ponte’ con l’Universitá di Cagliari con l’ingresso di
uno o più esperti dell’ateneo.

   
Subito un nodo da affrontare. “Da quello che ho ereditato non
sono state messe a correre risorse per abbattere i costi della
Tari. Occorrerà subito un lavoro di pulitura avverte Zedda
per evitare l’aumento del quindici per cento. Anche per questo,
lo dico già da adesso: non ci sarà un Capodanno da un milione e
mezzo ma sarà un Capodanno diffuso e più sobrio”.

   

ANSA