Gaetano Visalli: Costruire la Pace attraverso lo Sviluppo Economico, Sociale e Culturale

0
54

(Adnkronos) Milano, 2 Luglio 2024. In un dialogo recente tra Maria Grazia Guida, già Vicesindaco del Comune di Milano, esperta in politiche di welfare Costituente e promotrice Coop. Peace. Academy, e Gaetano Visalli, Segretario Generale della Agenzia Internazionale per la Cooperazione e la Pace, è emersa una visione rivoluzionaria per il futuro del nostro mondo. 

 

Gaetano Visalli, un esperto di politiche di internazionalizzazione, economista e giurista internazionale, ha espresso la sua convinzione che sia possibile e doveroso cambiare il mondo.  

Nel sottolineare l’importanza di affrontare le sfide poste dalla trasformazione globale, dalla rivoluzione tecnologica e dall’invecchiamento della popolazione, Visalli ha proposto tre “rivoluzioni” strutturali economica e tecnologica, sociale e democratica, e infine geopolitica per affrontare queste sfide. 

 

Maria Grazia Guida, a sua volta, ha espresso la necessità di una rivoluzione culturale per affrontare la complessità dei nostri tempi: “Credo che si determineranno tre “rivoluzioni” strutturali: economica e tecnologica, sociale e democratica, e infine geopolitica. Queste tre “rivoluzioni” renderanno la governabilità degli Stati del mondo sempre più complessa e meno sicura, per cui cittadini, imprese, governances avranno bisogno di nuovi sostegni.”  

Guida ha inoltre ribadito l’importanza di superare le rigidità che semplificano arbitrariamente la complessità e ha sostenuto l’idea di Visalli di costruire “Nuove Vie dello Sviluppo economico-sociale e della Pace”. 

 

In risposta a queste sfide, Gaetano Visalli ha lanciato l’idea per la creazione di una nuova piattaforma, che si ponga l’obiettivo di una crescita economica duratura e sostenibile.  

La piattaforma mobiliterebbe gli investimenti pubblici e privati, stimolerebbe la creazione di posti di lavoro e contribuirebbe a sostenere il modello di economia sociale di mercato. 

“L’obiettivo di un rinascimento mondiale”, spiega Visalli, “potrà essere garantito in buona parte dall’innovazione, non solo a livello digitale e tecnologico, ma anche a livello sociale e nella definizione e attuazione della governance.” 

 

Il progetto, coordinato dall’Agenzia Internazionale per la Cooperazione e la Pace, Trade Point Milano e il Comitato Promotore delle Accademie per la Pace, si svilupperà in 158 Nazioni del mondo con 452 uffici.  

Questi uffici accoglieranno aziende, università, organizzazioni, società civile, permettendo l’integrazione di mondi e culture diverse e contribuendo a nuovi percorsi di pace ed integrazione. 

Le “Nuove Vie dello Sviluppo economico-sociale e della Pace” sono pronte ad accogliere le adesioni di tutti. 

“Questo progetto”, chiosa la Guida, “può essere la fiammella di una candela nell’oscurità di questi tempi bui.”  

Per maggiori informazioni 

Per le adesioni italiane, si prega di contattare l’ufficio di Milano: 

Numero di telefono: 02 006 964 15  

Email: gaetano.visalli@tradepoint.org