Romeo collection rinnova gli ultimi due piani dell’hotel di Napoli con una spettacolare piscina a sfioro, affacciata sul Vesuvio e Capri per il ristorante, il gruppo porta in Italia Alain Ducasse

0
46

(Adnkronos) 1 luglio 2024.ROMEO Collection, il gruppo italiano dell’hôtellerie di lusso dalla spiccata vocazione internazionale che fa parte del prestigioso circuito Small Luxury Hotels of the World, inaugura il decimo piano della struttura di Napoli e porta nel cuore della città partenopea, a due passi da piazza del Plebiscito, la più spettacolare piscina a sfioro della regione Campania. Con la sua posizione privilegiata la piscina di 120 metri quadrati offre una straordinaria vista sul blu del Mediterraneo, sul Vesuvio e su Capri. Un luogo esclusivo dove vivere un’esperienza immersiva dello spirito e dei valori del Gruppo.  

Con la volontà di offrire experience site specific in grado di sorprendere la clientela, la struttura è un luogo aspirazionale in cui si intrecciano cultura, benessere e gastronomia d’eccellenza, che ROMEO Collection interpreta attraverso la creatività del pluristellato chef Alain Ducasse. Al nono piano di ROMEO Napoli trova posto l’elegante ristorante del maestro della cucina francese che il Gruppo ha portato in Italia. 

Appassionato da sempre del Mediterraneo, lo chef si è ispirato agli straordinari prodotti del territorio, fra cui il carciofo di Paestum, i limoni di Sorrento e le triglie pescate per definire un menù che mescola italianità, con preparazioni come la pasta e la focaccia, e l’esperienza maturata nell’ambito della cucina francese.L’executive chef Alessandro Lucassino, che vanta una lunga collaborazione con Ducasse, interpreta in modo personale i prelibati sapori locali: utilizzando cotture brevi, ne conserva i principi nutritivi ed esalta i sapori dell’orto e dei pesci che popolano le acque della costa mantenendo fede alla filosofia di “cucina naturalité” propria di Ducasse. 

Lucassino ha lavorato al Plaza Athénée sull’ l’Avenue Montaigne, un altro dei locali dello chef. Nel 2011 Alain Ducasse gli ha offerto la possibilità di prendere le redini del Salon des Manufactures in rue des Petits Champs a Parigi, dove ha dimostrato straordinarie abilità e inventiva: questo talento non è sfuggito a Monsieur Ducasse che gli ha dato l’opportunità di lavorare al Cucina, il suo ristorante italiano a Parigi.Ogni piatto rivela l’intensità dei sapori del territorio napoletano, in cui si incontrano il mar Tirreno e gli Appennini, la potenza del Vesuvio e la forza del vento. Le preparazioni iniziano nella cucina a vista per poi proseguire nell’elegante sala ricca di opere d’arte dove gli ospiti vengono accompagnati in una straordinaria esperienza di armonia e gusto. La cantina con oltre 16mila bottiglie, selezionate fra 1500 prestigiose etichette internazionali, completa l’offerta. 

Gli interventi che hanno riguardato gli ultimi due livelli dell’hotel di Napoli dimostrano la volontà di ROMEO Collection di proseguire nel proporre la più alta esperienza dell’ospitalità di lusso contemporanea. Niente è lasciato al caso, a partire dalla storia e dall’architettura del building che ospita la struttura.  

Situato di fronte al Molo Beverello, infatti, l’hotel si anima nel palazzo che un tempo ospitava gli uffici della flotta Achille Lauro. Un edificio iconico di Napoli che grazie all’intervento di ristrutturazione firmato dall’architetto Premio Pritzker Kenzo Tange rappresenta oggi un elemento di rilievo nell’eclettico contesto urbano della città. La facciata ridefinita con una doppia pelle in vetro e acciaio dal disegno leggermente ondulato rievoca, attraverso il linguaggio hi-tech del progettista giapponese, l’estetica di una grande nave pronta a salpare.  

All’interno, gli spazi comuni e le 79 suites esprimono la visione dell’ospitalità di ROMEO Napoli. Gli ambienti eleganti e accoglienti rivelano una straordinaria cura dei dettagli resa possibile dal saper fare delle migliori maestranze italiane che si sono occupate di dar forma al progetto di interior design, celebrando materiali nobili come il marmo, l’ebano macassar e altre pregiate essenze lignee. Le atmosfere calde, razionali e contemporanee si animano di importanti pezzi di design firmati da grandi maestri italiani e internazionali e con una significativa collezione di opere d’arte che la proprietà arricchisce costantemente. 

I dipinti del ‘600 e le armature da samurai del Periodo Edo, gli scatti fotografici dei Fratelli Alinari, i paesaggi di Mimmo Jodice e le tele di Mark Konstabi, ma anche le virtuose interpretazioni del Vesuvio di Mario Schifano ed Andy Warhol, fino al gigantesco intervento parietale realizzato site specific dal maestro della Transavaguardia Francesco Clemente accompagnano il soggiorno degli ospiti, offrendo loro un’esperienza culturale unica nel suo genere.  

Punto di forza di ROMEO Collection è anche la wellness experience, che l’hotel di Napoli interpreta nell’ottica di un resort urbano. Le suites sono dotate delle tecnologiche attrezzature Kinesis di Techogym e, in alcuni casi, diventano delle private Spa con sauna e bagno turco.  

La Spa Sisley Paris di oltre mille metri quadrati è ospitata in quella che un tempo era la Dogana del sale di Napoli, offrendo un viaggio immersivo nella storia della città e nel benessere con i percorsi Kneipp, le tre piscine a temperature differenti, la cascata di ghiaccio, la stanza del sale, la sauna finlandese e quella a infrarossi, l’hammam e una palestra di oltre 300 mq aperta 24 ore al giorno.