Comunali: a Cagliari 5 candidati sindaco e 21 liste

0
25

Allo scadere del termine ultimo
per la presentazione di simboli e liste per le amministrative
dell’8 e 9 giugno a Cagliari i giochi sono fatti. Con un nodo da
sciogliere, le liste presentate sono in tutto 21 ma una,
Movimento civico a sostegno di Alessandra Zedda, la candidata
sindaca del centrodestra, è stata ammessa con riserva perché
consegnata qualche minuto in ritardo, con le contestazioni dei
rappresentanti messe a verbale.

   
A correre per lo scranno più alto a Palazzo Bacaredda saranno
in cinque, oltre all’ex vice presidente della giunta regionale,
ci sono l’ex primo cittadino Massimo Zedda, con il Campo largo,
Giuseppe Farris con Movimento CiviCa 2024, Emanuela Corda con
Alternativa e Claudia Ortu con Cagliari popolare Alternativa
di classe, sostenuta da Potere al Popolo e Pci.

   
Otto le liste per la maggioranza uscente dell’ormai ex Paolo
Truzzu (dimessosi dopo l’elezione in Consiglio regionale): Fdi,
Lega, Fi, Riformatori sardi, Sardegna al centro 20Venti (con
candidati Udc e di espressione del sardista autosospeso Gianni
Chessa), Alleanza Sardegna e l’incognita Movimento civico che
dovrà essere sciolta dall’ufficio elettorale del Tribunale di
Cagliari.

   
Dieci, invece, le liste a sostegno di Massimo Zedda, scelto
dal tavolo che riunisce la stessa coalizione che ha portato
Alessandra Todde alla presidenza della Regione Sardegna. Oltre a
quella dei Progressisti, il partito di cui è leader, c’è la
lista del Pd con quella del M5s, che in questa occasione ha
stretto un accordo con Uniti per Todde la lista della
governatrice presente anche in Consiglio regionale che vede
quattro candidati inseriti nell’elenco dei pentastellati. E poi
Avs, Orizzonte comune, Sinistra futura, Cagliari Europea (Fortza
Paris, Psi e Pri), gli indipendentisti di A Innantis e le
civiche Cagliari Avanti e Cagliari che vorrei.

   
Una lista ciascuno per i tre candidati sindaci indipendenti.

   

   

ANSA