Da ‘bromance’ a ‘killare’ nel Dizionario Sabatini-Coletti

0
50

Da “bromance” (rapporto di profonda amicizia tra due uomini, senza implicazioni erotiche) a “hustle culture” (cultura che esalta l’iperattivismo, la frenesia lavorativa), da “killare” (nel gergo dei videogiochi, uccidere un nemico) a “permacrisi” (crisi permanente, ripetuti stati di emergenza), passando per “quiet quitting” (rallentamento dei ritmi di lavoro attuato dal dipendente che decide di svolgere non più delle mansioni previste dal contratto) a “retronimia” (formazione di neologismi per designare oggetti o concetti già esistenti): sono alcune delle nuove parole registrate dal “DISC Dizionario Italiano Sabatini Coletti” nella nuova edizione cartacea pubblicata ora da Hoepli, che permette di rivolgersi a un pubblico più ampio, rispondendo in particolare alle richieste del mondo della scuola e della ricerca, dove è diventato negli anni un testo non solo di consultazione ma anche di studio.

Dal 1997 dirigono il progetto il linguista, filologo e lessicografo Francesco Sabatini, professore emerito dell’Università degli Studi Roma Tre, presidente onorario dell’Accademia della Crusca, il linguista e lessicografo Vittorio Coletti, accademico della Crusca e professore emerito dell’Università di Genova, e, dal 2022, la linguista e lessicografa Manuela Manfredini, professoressa dell’Università degli Studi di Genova.

La nuova edizione conferma le principali caratteristiche di questo vocabolario: prima di tutto, la sua originalità nel trattamento dei verbi secondo la grammatica valenziale; poi, la trattazione ampia e approfondita delle parole grammaticali e del lessico della linguistica, che ne fa un vero e proprio ‘grammabolario’. Ci sono poi alcune novità, tra cui: un lemmario aggiornato, con l’aggiunta di numerosi neologismi, in gran parte già passati al vaglio della Consulenza dell’Accademia della Crusca; l’aggiunta, per ciascun sostantivo e aggettivo messi a lemma, e precedentemente indicati solo al maschile, della corrispettiva forma femminile (infermiere, infermiera; ristoratore, ristoratrice; sindaco, sindaca) e la presenza, in parecchi casi, di voci femminili autonome.

Il Dizionario, spiega Hoepli, si conferma anche in questa versione cartacea il più avanzato nel trattamento delle parole secondo la scienza linguistica moderna, la cui originalità sta nello stretto collegamento tra le strutture del lessico e il movimento sintattico della lingua. Questo ne fa uno strumento utile non solo per una consultazione rapida della grafia, della pronuncia o dei significati di una parola, ma anche per la costruzione delle frasi e la scelta delle parole con criteri di efficacia comunicativa, nonché per uno studio approfondito della lingua italiana e della sua storia, grazie a specifiche note poste in fondo ai lemmi più importanti.

Dichiara Laura Gorini, editor responsabile dell’area catalogo Dizionari: “Hoepli – editore da sempre presente nel segmento linguistico e in particolare dei dizionari – si dice onorato di accogliere tra i suoi titoli il DISC, vanto della linguistica italiana e strumento imprescindibile per l’apprendimento e lo studio di una lingua viva e dinamica; una lingua con un grande passato alle spalle, ma pure un fulgido avvenire, se sapremo conservarla e difenderla non nel chiuso di una roccaforte ma come strumento di una comunicazione aperta, cangiante e inclusiva”.