Italia e 14 Paesi Ue, hub per i rimpatriati in Paesi terzi

0
40

L’Italia e altri 14 Paesi Ue, tra cui i governi di Sofia, Praga, Copenaghen, Tallinn, Atene, Nicosia, Riga, Vilnius, La Valletta, L’Aia, Vienna, Varsavia, Bucarest, Helsinki, in una lettera alla Commissione Europea, suggeriscono “l’esame della potenziale cooperazione con i Paesi terzi sui meccanismi di hub di rimpatrio, dove i rimpatriati potrebbero essere trasferiti in attesa del loro allontanamento definitivo”. “Incoraggiamo si legge il rafforzamento degli aspetti interni ed esterni del rimpatrio, per arrivare a un’efficace politica di rimpatrio dell’Ue”.

“Questa potrebbe includere, tra l’altro, la garanzia di sistemi di rimpatrio più efficaci negli Stati membri dell’Ue che attuino pienamente le decisioni di rimpatrio”, prosegue la lettera. Per quanto riguarda gli hub in Paesi terzi per i rimpatriati, “incoraggiamo la Commissione e gli Stati membri a esplorare potenziali modelli all’interno dell’attuale acquis dell’Ue, oltre a considerare l’eventuale necessità di modifiche alla direttiva sui rimpatri”.
   

ANSA