striscioni in piazza “lavoro non guerra”

0
24

(dall’inviata Assunta Cassiano) Fasano si prepara all’ultima manifestazione di protesta contro il vertice del G7, riunito a Borgo Egnazia distante pochi chilometri dalla cittadina dove oggi è in programma il corteo del “Tavolo di coordinamento NoG7″, che raggruppa associazioni, movimenti e sindacati di base. Da questa mattina in piazza Ignazio Ciaia sono esposti striscioni che richiamano i temi che il coordinamento ha portato in piazza in questi tre giorni di summit con assemblee e la ‘cena dei poveri’, allestita a piazza della Vittoria in occasione della cena inaugurale di giovedì scorso che ha visto i capi di Stato e di governo riuniti al Castello Svevo.

“La Puglia non è zona di Guerra, no al G7 nella nostra terra”, “No al G7 della Guerra dei padroni del mondo”, “Lavoro non guerra”, “Contro i padroni del mondo che impongono disoccupazione, precarietà, miseria, guerra. Ribellarci è giusto”, si legge sugli striscioni nella piazza su cui affaccia il municipio. Altri cartelli sono stati esposti direttamente a terra insieme alle foto dei leader che prendono parte al G7 macchiate di rosso. il corteo in programma oggi pomeriggio segue quello di ieri organizzato invece dal Contro Forum G7 che si è svolto in maniera pacifica. Le manifestazioni in città hanno portato alcuni commercianti di Fasano a scegliere di coprire le vetrine delle loro attività con protezioni in legno. “Ci auguriamo che tutto si svolga pacificamente ma abbiamo preferito proteggere la nostra attività”, dice all’Adnkronos il titolare di un bar di via Roma.