Vedova Emanuele Petri Cavaliere per impegno per la legalità

0
29

Vedova di
Emanuele Petri, il sovrintendente della polizia ferroviaria
ucciso dalle nuove Brigate rosse, ora Alma Broccolini è stata
nominata Cavaliere al merito della Repubblica per il suo impegno
nel volontariato con la Misericordia di Tuoro sul Trasimeno e
nel diffondere la cultura della legalità nelle scuole. Un
riconoscimento che le è stato consegnato in occasione della
cerimonia per il 2 giugno che si è svolta a Perugia.

   
Alma Broccolini Petri è una “volontaria da sempre” con la
Misericordia, abilitata anche per il soccorso e a condurre le
ambulanze, ha spiegato parlando con l’ANSA.

   
Dopo l’omicidio del marito (ucciso in un conflitto a fuoco
nel quale venne recuperato materiale decisivo per l’indagine
sulle nuove Br) ha cominciato a impegnarsi a portare la cultura
della legalità nelle scuole. “Anche in quelle di polizia. Dove
mi chiamano vado” ha sottolineato. “Ai ragazzi ha aggiunto
bisogna parlare senza paura. Racconto la mia storia e quella di
Emanuele, un ragazzo come loro ma che aveva capito da che parte
stare. Vita vera. E loro ti ascoltano. Quando li vedo commossi
ha detto ancora capisco che hanno recepito il messaggio. Ai
ragazzi e alle ragazze dico che il male restituisce solo il male
mentre il bene paga sempre”.

   
Per Alma Broccolini Petri “non è vero che i giovani sono
disattenti”. “Io provo amore per loro ha sottolineato e loro
assorbono i messaggi positivi che porti. Per i più giovani il
concetto di legalità è più importante di quello che si pensi”.

   

   

ANSA