Capitale italiana della Cultura 2027, candidature città e Comuni aperte fino al 3 luglio

0
40

Comuni, Città Metropolitane e Unioni di Comuni hanno ancora poche ore, fino a domani 3 luglio, per candidarsi a diventare Capitale italiana della Cultura 2027, come ricorda il ministero della Cultura sui suoi profili social. Il prestigioso riconoscimento, istituito per promuovere la straordinaria ricchezza della cultura italiana, rappresenta un’opportunità unica per i Comuni, le Città metropolitane e le Unioni di Comuni di mettere in moto meccanismi virtuosi capaci di attivare economie, territori e comunità.

Per candidarsi al titolo sarà necessaria una manifestazione scritta di interesse, dopo la quale città, comuni e Unione di Comuni dovranno trasmettere il dossier di candidatura, comprensivo di titolo, progetto culturale, organo responsabile del progetto, valutazione di sostenibilità economico-finanziaria e obiettivi perseguiti, con i relativi indicatori, entro il 26 settembre 2024. Le candidature saranno valutate da una Giuria, che sarà composta da 7 esperti indipendenti del mondo della cultura, delle arti, della valorizzazione territoriale e turistica, che esaminerà i progetti pervenuti per poi selezionare tra questi le dieci città finaliste, entro il 12 dicembre 2024, che saranno invitate successivamente ad audizioni pubbliche che si svolgeranno entro il 12 marzo 2025.

Entro il 28 marzo 2025, la Giuria proporrà al ministro della Cultura la candidatura ritenuta più idonea a essere insignita del titolo di Capitale italiana della Cultura 2027, che godrà di un finanziamento di un milione di euro per la realizzazione delle attività progettate nel dossier.