Il Veneto chiede al Governo le prime 9 materie ‘non Lep’

0
26

Per la riapertura delle trattative
sull’autonomia con il Governo è stata inviata dal presidente
Luca Zaia la nota ufficiale con la quale la Regione del Veneto,
alla luce delle nuove disposizioni vigenti, chiede la ripresa
dell’iter per il conseguimento dell’autonomia differenziata.

   
Come è previsto dall’articolo 4 della legge Calderoli, sono
state subito avanzate richieste di maggiore autonomia nelle nove
materie “non Lep”: Organizzazione della giustizia di pace;
Rapporti internazionali e con l’Ue della Regione; Commercio con
l’estero; Professioni; Protezione civile; Previdenza
complementare e integrativa; Coordinamento della finanza
pubblica e del sistema tributario; Casse di risparmio, casse
rurali, aziende di credito a carattere regionale; Enti di
credito fondiario e agrario a carattere regionale.

   
Nella lettera alla presidente del Consiglio Giorgia Meloni,
Zaia chiede di “aggiungere, per una prima indagine dei più
complessi profili di attribuzione” anche le materie “Lep”
oggetto della pre-intesa del 2018: Politiche del lavoro,
Istruzione, Salute, Tutela dell’ambiente e dell’ecosistema.

   

   

ANSA